Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
La Villetta per Cuba

La Villetta per Cuba

Menu
Buon 25 Aprile 2020, ricordando TINA COSTA

Buon 25 Aprile 2020, ricordando TINA COSTA

Buon 25 Aprile 2020, ricordando TINA COSTA

Settantacinque anni fa le brigate partigiane liberavano il Nord Italia, il popolo insorgeva, l'esercito nazista di occupazione -responsabile di violenze indicibili, stragi, lutti- si arrendeva o fuggiva, le squadracce fasciste, serve dei tedeschi invasori, venivano sbaragliate. Era il 25 Aprile 1945, lo ricorderemo sabato.
La Villetta per Cuba aderisce all'appello dell'Associazione Partigiani e invita compagni e amici a cantare e fare risuonare Bella Ciao dalle finestre e dai balconi. In tempo di pandemia, di rischio di contagio e di necessarie restrizioni ai nostri spostamenti non potranno tenersi le tradizionali manifestazioni di Milano, Roma e altre città. E' per questo motivo che intoneremo Bella Ciao dalle nostre abitazioni, tutti insieme alle 15.00 di sabato.
Come è noto, in questo periodo difficile, due brigate sanitarie di medici e infermieri cubani stanno operando nelle realtà più critiche della Lombardia e del Piemonte. Li vogliamo ringraziare ancora una volta. Il 25 Aprile dedicheremo anche a loro Bella Ciao, con l'impegno di rafforzare la campagna contro il criminale embargo posto in atto dagli Usa ai danni del popolo cubano, generoso e pacifico.
"Ora e sempre Resistenza", così Tina Costa concludeva il suo intervento ogni anno il 25 Aprile dal palco romano di Porta San Paolo. Tina, ex staffetta partigiana e combattente infaticabile, stavolta non sarà insieme a noi della Villetta. Se n'è andata lo scorso anno, spronandoci a continuare nell'impegno solidale per Cuba e -sempre- nella difesa della nostra Costituzione. Perciò intoneremo Bella Ciao dedicando un pensiero anche a Tina.
Potremmo forse essere un milione a raccogliere sabato l'appello dell'Anpi. La Villetta ci sarà. A presto, allora.
Viva la Resistenza. No al fascismo e ai nazionalismi. Solidarietà con Cuba e con i popoli che si battono per l'autodeterminazione.
Roma, Aprile 2020
La presidenza della Villetta per Cuba

 

OLTRE IL PONTE

dell' italo-cubano Italo Calvino e Sergio Liberovici

O ragazza dalle guance di pesca

o ragazza dalle guance d'aurora

io spero che a narrarti riesca

la mia vita all'età che tu hai ora.

Coprifuoco, la truppa tedesca

la città dominava, siam pronti:

chi non vuole chinare la testa

con noi prenda la strada dei monti.

Avevamo vent'anni e

oltre il ponte oltre il ponte

ch'è in mano nemica vedevam

l'altra riva, la vita tutto il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent'anni la vita è oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l'amore.

Silenziosa sugli aghi di pino

su spinosi ricci di castagna

una squadra nel buio mattino

discendeva l'oscura montagna.

La speranza era nostra compagna

a assaltar caposaldi nemici

conquistandoci l'armi in battaglia

scalzi e laceri eppure felici.

Avevamo vent'anni e oltre

il ponte oltre il ponte ch'è in mano nemica

vedevam l'altra riva, la vita tutto

il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent'anni la vita è oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l'amore.

Non è detto che fossimo santi

l'eroismo non è sovrumano corri,

abbassati, dai corri avanti! ogni passo

che fai non è vano. Vedevamo

a portata di mano oltre il tronco

il cespuglio il canneto l'avvenire

di un giorno più umano e più

giusto più libero e lieto.

Avevamo vent'anni e oltre il ponte

oltre il ponte ch'è in mano nemica

vedevam l'altra riva, la vita tutto

il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent'anni la vita è oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l'amore.

Ormai tutti han famiglia hanno figli

che non sanno la storia di ieri io

son solo e passeggio fra i tigli

con te cara che allora non c'eri.

E vorrei che quei nostri pensieri

quelle nostre speranze di allora

rivivessero in quel che tu speri

o ragazza color dell'aurora.

Avevamo vent'anni e oltre il ponte

oltre il ponte ch'è in mano nemica

vedevam l'altra riva, la vita tutto

il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo

nel cuore a vent'anni la vita è oltre il ponte oltre il fuoco comincia l'amore.