Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
La Villetta per Cuba

La Villetta per Cuba

Menu
La Villetta per Cuba: le nostre ragioni per il NO!

La Villetta per Cuba: le nostre ragioni per il NO!

La Villetta per Cuba: le nostre ragioni per il NO!

Il referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari in Italia si avvicina sempre di più.

 La Villetta per Cuba ha deciso di esprimersi a riguardo.

La Villetta ritiene che,  un’ eventuale vincita del “si”, traccerebbe un'autentica controriforma antidemocratica.

 L’esigenza di riforma è di tipo qualitativo e non quantitativo e presuppone la possibilità di eleggere i rappresentanti dei cittadini, senza che appaiano blindati dalle segreterie dei singoli partiti politici.

Se la riduzione dei parlamentari rappresenta pertanto l'esigenza di una maggiore qualità e competenza degli eletti in Parlamento a nulla servirà, infatti.

La riduzione del numero dei parlamentari finirebbe solo con il rendere ancora più “casta” il Parlamento e a fare del nostro paese quello che in Europa avrà il maggior numero di cittadini rappresentati da ogni deputato.

L'attuale governo —con il sostegno di una maggioranza parlamentare acquisita con una legge dichiarata incostituzionale— dopo avere fatto approvare la nuova legge elettorale (c.d. Italicum), a tappe forzate e senza il rispetto delle prassi parlamentari, con lo stesso sistema esige di cambiare la Costituzione alterando profondamente il volto della Repubblica. Accostati alla nuova legge elettorale, i cambiamenti costituzionali comporterebbero lo stravolgimento della democrazia rappresentativa; concentrano il potere nelle mani del governo e di chi lo guida attribuendo ad un unico partito – che potrebbe anche essere espressione di una ristretta minoranza di elettori – sia il potere esecutivo che il potere legislativo! Il tutto condizionando l'elezione del Presidente della Repubblica, dei giudici della Corte Costituzionale e dei componenti del Consiglio Superiore della Magistratura, organi di garanzia e di controllo fondamentali per la vita della democrazia costituzionale.

La Villetta per Cuba: le nostre ragioni per il NO!

Il referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari in Italia si avvicina sempre di più.

 La Villetta per Cuba ha deciso di esprimersi a riguardo.

La Villetta ritiene che,  un’ eventuale vincita del “si”, traccerebbe un'autentica controriforma antidemocratica.

 L’esigenza di riforma è di tipo qualitativo e non quantitativo e presuppone la possibilità di eleggere i rappresentanti dei cittadini, senza che appaiano blindati dalle segreterie dei singoli partiti politici.

Se la riduzione dei parlamentari rappresenta pertanto l'esigenza di una maggiore qualità e competenza degli eletti in Parlamento a nulla servirà, infatti.

La riduzione del numero dei parlamentari finirebbe solo con il rendere ancora più “casta” il Parlamento e a fare del nostro paese quello che in Europa avrà il maggior numero di cittadini rappresentati da ogni deputato.

L'attuale governo —con il sostegno di una maggioranza parlamentare acquisita con una legge dichiarata incostituzionale— dopo avere fatto approvare la nuova legge elettorale (c.d. Italicum), a tappe forzate e senza il rispetto delle prassi parlamentari, con lo stesso sistema esige di cambiare la Costituzione alterando profondamente il volto della Repubblica. Accostati alla nuova legge elettorale, i cambiamenti costituzionali comporterebbero lo stravolgimento della democrazia rappresentativa; concentrano il potere nelle mani del governo e di chi lo guida attribuendo ad un unico partito – che potrebbe anche essere espressione di una ristretta minoranza di elettori – sia il potere esecutivo che il potere legislativo! Il tutto condizionando l'elezione del Presidente della Repubblica, dei giudici della Corte Costituzionale e dei componenti del Consiglio Superiore della Magistratura, organi di garanzia e di controllo fondamentali per la vita della democrazia costituzionale.